Topcorsi.it trova il corso adatto a te

Corso: COMMUNICATION AND GRAPHIC DESIGN - Progettazione Grafica ed Editoriale, indirizzo: Design della Comunicazione Torino Topcorsi Torino

COMMUNICATION AND GRAPHIC DESIGN - Progettazione Grafica ed Editoriale, indirizzo: Design della Comunicazione
Cerca corsi simili a questo
Tipologia
Corso di laurea triennale
Modalità
In aula/di presenza
Non hai trovato
il corso
che cercavi?
Ricevi nuovi
corsi via email
Trova
corsi
Luogo di svolgimento

Torino

Per il prezzo contattare il centro
Richiedi informazioni
Richiedi informazioni
Vedi telefono
Vedi telefono
Codice DIPL01
Tipologia Corso di laurea triennale
Luogo di svolgimento Torino
Durata 3 Anni
Modalità In aula/di presenza
Requisiti Per candidarsi è sufficiente essere in possesso di un diploma di
scuola secondaria superiore o di un altro titolo di studio equipollente conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
Rivolto a studenti diplomati e diplomandi.
Prepara per Al termine del corso, il creativo IAAD potrà trovare una collocazione professionale in qualità di l'art director o copywriter, ma anche di illustratore, visualizer, packaging designer, fotografo, web designer, app designer, sceneggiatore, fashion designer, event manager, scenografo, video maker, type designer, logo designer, account, consulente marketing, public relation manager, animation designer… Tutto questo anche grazie al supporto attivo delle realtà partner IAAD che attraverso la realizzazione di con lezioni speciali, visite aziendali, workshop, seminari, stage, progetti e tesi offrono agli studenti occasioni per cimentarsi al fianco delle più importanti agenzie nazionali e internazionali.
Alunni per classe max 30
Docenti Massimo Morelli, Coordinatore Dipartimento di "Communication and graphic design".
Programma
Il dipartimento di “Communication and graphic design” IAAD, apre a Torino nel 1978 e negli anni amplia le proprie competenze avvicinandosi al mondo del web, del multimedia e dei new media in generale. La formazione di pubblicitari e professionisti della comunicazione, capaci di produrre e trasmettere immagini e messaggi specializzati è l’obiettivo primario dei corsi.

La formazione mirata consentirà agli studenti di realizzarsi nel vasto campo della comunicazione e della pubblicità, partendo da una doverosa distinzione: da una parte c’è la pubblicità in senso stretto, l’advertising, per intenderci quello delle grandi campagne, degli spot televisivi, eccetera; dall’altra parte c’è tutto quello che riguarda la cosiddetta ‘comunicazione’, che oggi spazia dall’immagine coordinata al web semantico, dal packaging ai servizi giornalistici, dalla sceneggiatura di documentari alle mobile application. Naturalmente i confini sono tutt’altro che netti e precisi. Per tale ragione, il corso forma sia i pubblicitari sia i professionisti della comunicazione.

Questo tipo di formazione deve tener conto di molti aspetti. Servono innanzitutto curiosità e cultura. Le prime lezioni sono dedicate alla storia della pubblicità, della fotografia e del video-making, ma un buon pubblicitario dovrebbe sempre interessarsi a quanto di nuovo e sorprendente vada affiorando nel mondo contemporaneo. Servono inoltre anche conoscenze tecniche: Photoshop, Illustrator e InDesign, After Effects, Premiere e Dreamweaver, per andare nello specialistico con Maya per la modellazione 3d, Avid o Final Cut per la post-produzione video, Joomla o Word Press per i cms.

Tra le technicalities, è fondamentale anche la tipo-grafia, ovvero la conoscenza dei caratteri tipografici e i fondamenti della loro progettazione. In ambito digitale, infine, anche SEO (Search Engine Optimization) e SMO (Social Media Optimization) sono ormai conoscenze tecniche indispensabili. Naturalmente queste nozioni fanno parte del programma di studio.

Allo IAAD pensiamo che "creativi si diventa". Talento e buona predisposizione all’origine aiutano, ma la verità è che l'immaginazione creativa in fin dei conti non è altro che capacità associativa: il creativo dà vita ad associazioni tra parole, suoni, immagini e grafemi più coraggiose, più selvagge di quelle prodotte abitualmente da chi creativo non è. La capacità associativa si può sviluppare, è come un muscolo che si allena in palestra: IAAD è una palestra per lo sviluppo dei muscoli associativi e gli attrezzi si chiamano benchmarking, mind mapping, brainstorming, cardsorting…

I creativi che escono da IAAD non sono però dei superuomini. Solo bravi pescatori, appassionati pescatori alla costante ricerca del mitico "pesce dalle squame d’oro", capaci e pazienti, consapevoli del fatto che solo studiando con attenzione la preda saranno in grado di catturarla. Comunque vada a finire, e di solito finisce bene, questo pescatore si meriterà e rispetto. La stima e il rispetto che si devono a un autentico creativo.

Dove e quando
COMMUNICATION AND GRAPHIC DESIGN - Progettazione Grafica ed Editoriale, indirizzo: Design della Comunicazione
home-icon Torino (TO) - corso re umberto 5
calendar-icon
Per le date contattare il centro

Iscrizioni chiuse
Iscrizioni aperte
Non hai trovato il corso che cercavi?