Topcorsi.it trova il corso adatto a te

Corso: Nuovi metodi di gestione dei fondi strutturali europei Roma Topcorsi Roma

Nuovi metodi di gestione dei fondi strutturali europei
Cerca corsi simili a questo
Tipologia
Corso di aggiornamento professionale
Modalità
In aula/di presenza
Non hai trovato
il corso
che cercavi?
Ricevi nuovi
corsi via email
Trova
corsi
Luogo di svolgimento

Roma

490 € + IVA
Richiedi informazioni
Richiedi informazioni
Vedi telefono
Vedi telefono
Codice A582
Tipologia Corso di aggiornamento professionale
Luogo di svolgimento Roma
Durata 12 Ore
Modalità In aula/di presenza
Note sulle iscrizioni Per l’adesione al seminario è necessario l'invio della scheda di iscrizione a mezzo fax al 06.49384866 o 06.44704462, o anche online sul sito www.ceida.com, entro 4 giorni dalla data d'inizio. Per altre informazioni contattare segreteria corsi 06.492531
Fascia oraria Mattino, Pomeriggio
Rivolto a Il corso si rivolge a dipendenti di Enti Territoriali, liberi professionisti che collaborano con enti pubblici ed operatori del Terzo settore.
Prepara per Lo sviluppo locale di tipo partecipativo (in inglese Community Led Local Development, CLLD) è uno strumento, basato sull'esperienza di LEADER nel settore dello sviluppo rurale, volto a completare e rafforzare l'esecuzione delle politiche pubbliche per tutti i Fondi del QSC. Lo scopo è di aumentare l'efficacia e l'efficienza delle strategie di sviluppo territoriale delegando l'adozione di decisioni e l'attuazione a una partnership locale tra soggetti del settore pubblico, del settore privato e della società civile.
Lo strumento CLLD, se gestito adeguatamente, agevola la P.A. nell’individuazione dei progetti territoriali da finanziare con i fondi europei, crea o migliora i meccanismi amministrativi e contabili interni diretti ad accelerare in modo corretto la spesa finanziata, promuove sinergie con altri interventi e azioni prioritarie per il governo del territorio e facilita la costituzione di partenariati locali e transnazionali.
Con il metodo dello sviluppo locale di tipo partecipativo, i fondi europei della nuova programmazione 2014-2020 potrebbero finanziare la P.A. locale, attraverso un solo grande progetto: la realizzazione di un insieme d’interventi strategici che mirano alla tutela del paesaggio, la conservazione delle identità e delle culture locali, il mantenimento della bio-diversità e dell’ambiente, l’innovazione tecnologica, la promozione del tessuto produttivo locale.
L’attività formativa si articola in una serie di temi indipendenti tesi ad analizzare ognuna delle forme di progettazione partecipata prevista dalla programmazione dei fondi europei 2014 – 2020, dal Piano di Azione comune agli Interventi territoriali integrati. Saranno affrontate le problematiche di progettazione delle diverse tipologie di interventi integrati e, con riferimento a questi, saranno esaminate metodologie ed esperienze di progettazione partecipata per lo sviluppo sostenibile locale, studiando le diverse forme di complementarietà tra queste modalità di utilizzo dei Fondi europei indiretti e la nuova Agenda Europea di Fondi diretti.
Note sul pagamento La quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici, e comprende il materiale didattico e il coffee break.
Docenti Dott.ssa Maria Dolores FERNANDEZ-MAYORALAS PEREZ Esperto in programmazione, gestione, monitoraggio, controllo e valutazione di programmi e progetti europei
Requisiti di scolarità Diploma di scuola secondaria di secondo grado, Laurea
Obbligo di frequenza Si
Corso di formazione
continua individuale
Si
Rilascia Attestato di frequenza
Programma
ORARIO
1° giorno: 9–14/15-17,30
2° giorno: 9–14

PROGRAMMA
Lo sviluppo locale di tipo partecipativo. Fonte normativa. Obiettivi.
Modalità di intervento. I quattro principi dello sviluppo locale partecipativo. Coerenza e coordinamento. Fondo capofila.
La strategia di sviluppo locale. Contenuti minimi. Modalità di selezione. Dimensioni minime e massime.
Gruppi di azione locale. Compiti dei gruppi di azione locale.
Sostegno dei Fondi allo sviluppo locale di tipo partecipativo. Preparazione. Implementazione della strategia.
Monitoraggio e valutazione.
Sviluppo locale di tipo partecipativo nell'Accordo di partenariato. Obiettivi e priorità.
Ambiti tematici. Fondi coinvolti nel finanziamento. Meccanismi di coordinamento. Comitato tecnico regionale. Compiti delle Autorità di Gestione. Fondo capofila. Comitato di pilotaggio nazionale. Territori interessati. Ruolo dei GAL. Dotazione finanziaria. Criteri di selezione.
Capacità istituzionali per lo Sviluppo locale di tipo partecipativo. Raccomandazioni della Commissione. Supporto previsto dall'Accordo di partenariato.
Investimenti Territoriali Integrati (ITI). Fonte normativa. Caratteristiche di un ITI. Modalità di utilizzo dei Fondi. Ambiti di intervento. ITI e Sviluppo locale di tipo partecipativo. ITI e Sviluppo urbano integrato. ITI e Cooperazione territoriale europea.
Il piano di Azione Comune (PAC). Fonte normativa. Caratteristiche di un PAC. Modalità di utilizzo dei Fondi. Ambiti di intervento.
Sviluppo Urbano Sostenibile Integrato. Fonte normativa. Caratteristiche del Piano. Modalità di utilizzo dei Fondi. Ambiti di intervento.
Modalità di Gestione dei Modelli Integrati. Project design (Piano strategico locale e Matrice di finanziabilità). Proposal Management. Project Management. Governance. Monitoraggio e sorveglianza. Buone prassi italiane ed europee.

Dove e quando
Nuovi metodi di gestione dei fondi strutturali europei
home-icon Roma (RM) - via Palestro24
calendar-icon
Per le date contattare il centro

Iscrizioni chiuse
Iscrizioni aperte
Non hai trovato il corso che cercavi?