Topcorsi.it trova il corso adatto a te

Corso Java da zero al Web - 99 € invece di 400 € , online Topcorsi Teramo

Corso Java da zero al Web - 99 € invece di 400 €
Cerca corsi simili a questo
Tipologia
Corso di formazione professionale
Modalità
Online
Non hai trovato
il corso
che cercavi?
Ricevi nuovi
corsi via email
Trova
corsi
99 €
Richiedi informazioni
Richiedi informazioni
Vedi telefono
Vedi telefono
Codice JON123
Tipologia Corso di formazione professionale
Luogo di svolgimento Tutte le città
Durata 300 Ore
Modalità Online
Fascia oraria Tutto il giorno, Mattino, Pomeriggio, Sera, Fine settimana
Rivolto a I destinatari del corso sono diploamati, stagisti neodiplomati e neolaureati senza esperienza che vogliano intraprendere una carriera di Analista Programmatore Java nel mondo ICT.
Prepara per Il programma del corso verterà sulle tecnologie di sviluppo software su piattaforme Sun Microsystem, le più richieste dal mercato pubblico e privato, partendo da zero (le basi della programmazione) per arrivare allo sviluppo Java, Web, Html, Javascript,
SQL su MySql, EJB e verterà anche sui framework più diffusi come Spring, Struts, JSF, Hibernate e sulle modalità di analisi e progettazione (UML).
Il corso è distinto in tre differenti moduli: J2ee, UML e Progettazione Software e Framework Open Source.
Destinatari
Note sul pagamento Carta di Credito / PayPal
In promozione Si
Requisiti di scolarità Nessuno
Rilascia Attestato di frequenza
Certificato/attestato Alla fine di ciascun corso viene rilasciato un attestato, in lingua italiana e inglese. L'attestato riporta la frequenza al corso, le ore previste ed il programma in calce. L'attestato può essere inserito nel CV e può essere riconosciuto anche come crediti universitari nel settore degli insegnamenti "affini" o "caratterizzanti" o nelle “altre attività formative”. In sintesi gli attestati non valgono per concorsi pubblici ma sono mirati a chi vuole arricchire il proprio CV per proporsi nel mercato privato.
Programma
Programma Generale del Corso Java

Modulo Uno - Programmazione J2ee
1) Programmazione Java Base
Argomento 1: Elementi di programmazione di base
caratteristiche principali di Java
sintassi del linguaggio
Tipi di dato e operatori
strutture di controllo
strutture iterative
programmazione orientata agli oggetti in Java
classi e oggetti
proprietà, metodi ed eventi
caratteristiche dell' oop (eredit.incaps.polimorfismo)
visibilità delle variabili (modificatori accenno dynamic building)
accenno alle eccezioni
sistemi I/O
Ambiente di sviluppo (Eclipse)
Argomento 2: Db Sql
Cos'è l'sql
Creare il database
Popolare il database
Interrogare il database
Aggiornare il database
Argomento 3: Elementi di programmazione avanzata
Collezioni
Eccezioni/Errori
Asserts
Thread
Debug e Deploy su Eclipse
Argomento 4: (X)HTML e JavaScript
Cos'è l'(X)HTML
I tag HTML e loro struttura
Struttura di una pagina
Importanza e struttura del tag form
Principali oggetti HTML (input, button, textarea, radio, checkbox)
Tabelle
Javascript come linguaggio "lato client"
principale utilizzo del JavaScript
sintassi base JavaScript
Argomento 5: Elementi di programmazione Web di base
MVC
Servlet
JSP
Bean
2) Programmazione O.O. Avanzata
Questa unità è dedicata alle caratteristiche del linguaggio che solitamente sono poco conosciute, anche dai programmatori esperti, come l’utilizzo coretto delle interfacce, polimorfismo ed ereditarietà dei costruttori, modificatori, eccezioni, thread… . Tuttavia riteniamo molto importante la conoscenza di tali caratteristiche. Infatti, nella programmazione, a volte ci si trova di fronte a soluzioni complicate che possono diventare semplici o a bachi inspiegabili che invece possono essere risolti. Le caratteristiche avanzate di cui parleremo sono anche fondamentali per poter superare l’esame SCJP
Argomento 1: Confronto tra oggetti
Questa unità è dedicata alla corretta implementazione del concetto di confronto fra oggetti Java sfruttando le caratteristiche messe a disposizione dal linguaggio.
Argomento 2: Collection Framework
Questa unità è interamente dedicata ai package che probabilmente sono i più utilizzati in assoluto: java.lang e java.util. Il primo ricordiamo che è l’unico package importato in automatico in tutti i nostri programmi. Il secondo contiene classi di cui il programmatore Java non può proprio fare a meno. Ovviamente, questo modulo non coprirà tutte le circa 200 classi presenti in questi package, bensì cercheremo di introdurre i principali concetti e la filosofia con cui utilizzare questi package.
Argomento 3: JAVA I/O
Spesso le applicazioni hanno bisogno di utilizzare informazioni lette da fonti esterne, o spedire informazioni a destinazioni esterne. Per informazioni intendiamo non solo stringhe, ma anche oggetti, immagini, suoni, etc…. Per fonti o destinazioni esterne all’applicazione invece intendiamo file, dischi, reti, memorie o altri programmi. In questo modulo vedremo come Java permette di gestire la lettura (input) da fonti esterne e la scrittura su destinazioni esterne (output). In particolare introdurremo il package java.io, croce e delizia dei programmatori Java. Il package in questione è molto vasto, ed anche abbastanza complesso. Conoscere ogni singola classe del package è un’impresa ardua e soprattutto inutile. Per poter gestire l’input - output in Java conviene piuttosto capirne la filosofia che ne è alla base, che è regolata dal design pattern noto come Decorator Non comprendere il pattern Decorator implicherà fare sempre fatica nel districarsi tra le classi di java.io.
3)Web Dinamico
Argomento 1: Servlet container
In questa unità introduciamo i principali strumenti per la realizzazione di un’applicazione web in java. In particolare vediamo il funzionamento e la configurazione di Apache Tomacat contenitore open source di applicazioni web
Argomento 2: Servlet
In questa unità introduciamo il concetto di servlet e le sue principali diramazioni HttpServlet, vediamo come gestire tramite essa le richieste che ci arrivano dal “client” e come impostare la risposta verso il “client”
Argomento 3: Java Server Pages
In questo modulo introduciamo la principale tecnologia di visualizzazione disponibile per una applicazione web basata su J2EE le Java Server Pages, lo scopo di questa tecnologia è di rendere le pagine web dinamiche e di semplificarne la scrittura e la manutenibilità
Argomento 4: Gestione della sessione
In questo modulo introduciamo l’elemento principale di tutte le applicazioni web ovvero la tecnologia che permette all’applicazione web di gestire una o più sessioni utente contemporaneamente e quindi permette all’applicazione di visualizzare dati e informazioni diverse a seconda di chi la sta utilizzando
Argomento 5: Custom tag
In questo modulo vediamo come la tecnologia alla base delle JSP può e deve essere ampliata per soddisfare le esigenze particolari di una applicazione web
Argomento 6: JSTL
In questo modulo introduciamo i Jsp Standard Tag Library ovvero una serie di strumenti che permettono di semplificare la gestione di una JSP
4) EJB
Argomento 1: Ejb Container
In questa unità introduciamo i principali elementi per la gestione e la configurazione di un ejb, in particolare vedremo la nozione application server
Argomento 2: Classificazione dei bean
In questa unità classifichiamo gli enterprise java bean in Session, Entity, Message
Argomento 3: Session Bean
In questa sezione vediamo nel dettaglio la struttura dei ejb 2 di tipo session.
Introduciamo i concetti di stateless e statefull session bean
Argomento 4: Entity bean
In questa parte vediamo nel dettaglio gli ejb 2 di tipo entity, introduciamo il concetto di ORM, Object Reletional Mapping, e la sua realizzazione tramite gli entity.
Argomento 5: ejb 3.0
In questa unità vediamo le principali novità introdotte dai ejb 3, in particolare introduciamo le JPA, java persistence api.
Modulo 2 – UML e Progettazione Software
1) Introduzione a UML
Argomento 1: Cosa è UML
Introduciamo il linguaggio UML, le sue caratteristiche e finalità
Argomento 2: Introduzione ai diagrammi
Introduzione ai principali diagrammi UML per la progettazione del software e il loro utilizzo.
Diagrammi strutturali
Diagrammi comportamentali
Diagrammi comportamentali di interazione
Package Diagram
Diagramma delle classi
Argomento 3: Model Driven Architecture
In questa unità introduciamo la metodologia Model-driven architecture (MDA) per lo sviluppo di sistemi software. Esso prevede una serie di linee guida per la strutturazione delle specifiche, che sono espressi come modelli.
Meta modelli e diagrammi
OMG
Round trip engineenering
Argomento 4: Strumenti UML: criteri di scelta
In questa unità introduciamo Visual modeling UML
Fattori da considerare (costo, aderenza allo standard, supporto al lavoro di gruppo, ecc)
Uml in relazione alle proprie esigenze
2) Introduzione ai Design Pattern
Argomento 1: La storia del design pattern
Introduzione ai design pattern.
Argomento 2: Elementi caratterizzanti del design pattern
In questo modulo studiamo le caratteristiche che permettono di definire un design pattern
Norme
Problema
Soluzioni
Conseguenze
Argomento 3: Classificazione dei pattern
Pattern creazionali
Pattern strutturali
Pattern comportamentali
Argomento 4: Design Pattern per esempi
Design Pattern per esempi: J2EE
Design Pattern per esempi: i Gof
3)Gestione degli Stati
Argomento 1: Pattern State
Semplificazione del codice
Rendere esplicite le transizioni di stato
Gli stati, le transizioni, la nidificazione
Argomento 2: Processi aziendali
I casi di utilizzo: luogo e uso della procedura. Gli scenari, le varianti, le illustrazioni. I rapporti e i vincoli fra i casi
Il diagramma di attività per descrivere le attività e l’organizzazione dei processi.
Attività, azioni elementari, transizioni, eventi, corridoi, sincronizzazioni
Il diagramma delle interazioni: una variante del diagramma di attività
Il diagramma di sequenza per descrivere l’organizzazione dei processi. Lo scambio fra gli attori. L’asse temporale
Argomento 3: Abstract Factory
La creazione (e la condivisione) degli stati
4) Comandi e Strategie
Argomento 1: Diagramma delle classi della Gestione dei comandi del programma
Creazione della funzionalità annulla/ripeti
Il pattern Command
Comandi di Sodoku
Creazione e gestione dei comandi
Argomento 2: Invocazione dei comandi
Composizione dei comandi
Creare comandi macro attraverso il comando composite
Argomento 3: Creazione di un nuovo gioco
Definire e creare la strategia
Implementazione della strategia di creazione
Modulo 3 – Frameworks Open Source
1) Struts
Argomento 1: Struts Overview
Introduzione al framework Struts e al pattern Front Controller. Caratteristiche della ActionServlet e del file di configurazione del framework
Argomento 2: Elementi base
In questo modulo introduciamo i principali elementi che compongono il framework, le classi Action e ActionForm, e la loro configurazione
Argomento 3: Elementi avanzati
In questo modulo introduciamo le caratteristiche avanzate del framework
Argomento 4: Tiles
Introduzione al framework di visualizzazione Tiles.
Argomento 5: Validator
Introduzione al frame work di validazione Validator
Argomento 6: Struts 2
In questo modulo vediamo le principali novità introdotte dalla nuova versione del frame work Struts tramite il pattern Interceptor
2) JSF
Argomento 1: Face
Introduzione alle specifiche del framework di visualizzazione Faces
Argomento 2: Java server faces
Implementazione Sun delle specifiche Faces
Argomento 3: MyFaces
Implementazione Apache delle specifiche Faces
Argomento 4: Estensioni
Principali estensione del frame work
facelets
seam
estensioni
3)Hibernate
Argomento 1: Hibernate
Introduzione al framework di persistenza Hibernate
Argomento 2: ORM
Realizzazione del object relation mapping tramite Hibernate
Argomento 3: Queries
In questo modulo vedremo come eseguire ed ottimizzare le ricerche sul database tramite Hibernate
4) Spring
Argomento 1: Spring
Introduzione al framework Spring e al pattern IOC (Inversion of Control), gestione dei java bean tramite file di configurazione
Argomento 2: Dependency Injection
In questo modulo vedremo il pattern Dependency Injection e la sua realizzazione e utilizzo tramite Spring
Argomento 3: Spring MVC
In questo modulo vedremo come Spring realizza il pattern Front Controller e analizzeremo le principali differenze con il framework Struts
Argomento 4: Spring Web Flow
In questo modulo vedremo il nuovo framework di gestione del flusso (flow) di una applicazione web.
Argomento 5: Spring AOP
Introduzione alla programmazione orientata agli aspetti e la sua realizzazione tramite Spring
Argomento 6: Spring Integration
In questo modulo vedremo come Spring permette l’iterazione fra varie tecnologie java, come Struts, Hibernate, Jpa…, rispettando le regole di buona programmazione
Argomento 7: Apache Common Library
In questo modulo introduciamo le librerie Apache Common per il supporto alla
programmazione java
Argomento 8: Jasper Report
Introduzione alla libreria per la creazione dinamica di report Jasper Report

Dove e quando
Online

Questo corso viene proposto da:
Non hai trovato il corso che cercavi?